Anello di Trofarello

Attraverso le colline tra Trofarello e Pecetto T.se, per il Santuario della Maria Vergine di Celle.

Note tecniche

Partenza: Piazza Primo Maggio, di fronte al Municipio
Arrivo: Piazza Primo Maggio, di fronte al Municipio
Lunghezza: 10,1 km
Dislivello: 190 m
Difficoltà: escursionistica, percorso lievemente ondulato
Ristoro: lasciato Trofarello non ci sono possibilità di ristoro fino a Pecetto (INFOpoint escursionistico Caffè ristretto
Acqua: fontanelle a Trofarello e punto acqua al Santuario della Maria Vergine di Celle

Descrizione

Il percorso -interamente segnalato- parte dalla piazza del Municipio per attraversare il centro storico di Trofarello, seguire il percorso salesiano (con 7 rappresentazioni che rievocano la vita di S. Giovanni Bosco) e raggiungere il Santuario della Maria Vergine di Celle, per proseguire lungo un bellissimo sentiero nel verde delle colline ed arrivare alla Chiesa di San Sebastiano a Pecetto T.se. Da qui scende prima su strada Valle Sauglio, quindi su strada Serravecchia e infine su via Serra fino a Valle Sauglio per poi rientrare al punto di partenza passando davanti alla Cascina La Quara.

Sulle tracce di Don Bosco

Don Bosco a Trofarello

I primi esercizi spirituali rivolti esclusivamente ai salesiani si realizzarono a Trofarello nel 1866 nella cascina detta “La Quara” situata tra via IV Novembre e via XXV Aprile). Questi primi esercizi durarono cinque giorni e si svolsero in due turni, per facilitare la partecipazione. Predicò le meditazioni il canonico Lorenzo Gastaldi e le istruzioni lo stesso Don Bosco. La casa di Trofarello fu donata da Don Antonio Franco (sacerdote trofarellese deceduto nel 1864) alla Congregazione Salesiana e adibita fin dall’inizio agli esercizi spirituali ed anche al riposo di confratelli convalescenti; sarà la terza opera dei Salesiani fuori Torino. Nel 1863 Don Bosco aveva aperto la prima casa salesiana fuori Torino: il ” piccolo seminario” di Mirabello Monferrato alla cui direzione mandò don Michele Rua. Nel 1864 iniziò, invece, la sua attività il Collegio di Lanzo Torinese. Nel 1866 fu la volta di Trofarello.

Scrive Don Bosco in una memoria storica: “La casa di Trofarello, diocesi di Torino, è specialmente destinata a fare gli esercizi spirituali che ogni anno, in tempo di vacanza, si tengono regolarmente per tutti quelli della Società”.

Percorsi salesiani a Trofarello

In occasione del centoventesimo anniversario della morte di san Giovanni Bosco il Comune di Trofarello -con la collaborazione della Parrocchia- realizzò i “Percorsi salesiani”: un percorso storico-religioso che dalla Chiesa di Santa Croce si dirama verso le campagne trofarellesi fino ad arrivare al santuario di Santa Maria di Celle ed è composto da sette raffigurazioni rievocanti i principali eventi della vita del santo:

  1. la nascita di Don Bosco
  2. il sogno dei nove anni
  3. il primo Oratorio
  4. la costruzione della Basilica di Maria Ausiliatrice
  5. i primi esercizi spirituali a Trofarello
  6. i primi missionari salesiani
  7. la morte di Don Bosco e i primi successori

Mappa